Mag 27 2008

Ficscion (2)

Categoria: Cinema e TV, FicscionEverland @ 17:43

Benvenuti siore e siori al secondo delirante appuntamento con la rivisitazione dei telefilm da parte del quì presente me medesimo in quanto tale. La prima puntata è stata apprezzata da tanti, tantissimi… praticamente da tutti quelli che non l’hanno letta. Gli altri hanno raccolto il sacchetto di carta infilato nella tasca del sedile del passeggero davanti e ci han dato dentro, pur apprezzando con ampi gesti del dito medio il mio tentativo da sceneggiatore impazzito.

Proviamo nuovamente, vediamo che succede…

Quantico, Virginia. Negli uffici dell’F.B.I. si riunisce una squadra di uomini che cercano di capire altri uomini, di entrare nelle loro menti malvagie, di prevenire i loro crimini. Non sempre lo scopo viene raggiunto ed è per questo che il personale della U.A.C. (Unità Analisi Comportamentale) a volte viene colto da rabbia (secondo me anche perchè l’acronimo in americano è B.A.U.). Il caso del giorno è molto controverso: alcuni campi agricoli di Stracchino, nei dintorni di Philadelphia, sono stati soggetti ad attentati ripetuti in cui tutti i proprietari hanno trovato la morte poco dopo essere entrati in possesso dei terreni. Crimini seriali, motivazioni sconosciute. La squadra investigativa ha poco tempo per risolvere il caso, il killer è rapido e inafferrabile, sgusciante come una persona mediamente intelligente che si trovi per sbaglio ad un concerto degli Zero Assoluto. Le indagini sono svolte al solito modo: vittimologia, ricognizione del luogo del delitto, interrogatori sui sospetti, brevi ma intense sessioni di PlayStation. Le analisi dei reperti e delle scene del crimine portano ad un’inaspettata verità: i terreni degli omicidi erano tutti coltivati a granturco. Il cerchio si stringe, la traccia è segnata e gli agenti della U.A.C. sono ad un passo dallo stilare il profilo del Soggetto Ignoto: alto, ma coi tacchi, magro, ma in carne, giovane, ma vecchio dentro, ecc. ecc. La teoria del genio di turno fa scattare una trappola nell’ennesimo campo della zona. Si attende solo una mossa sbagliata del mostro per poterlo incastrare. E lui la fa. Mapporc… ma non vedono mai la TV questi criminali?? Si fanno beccare sempre! Sempre! Ed Eugenio Pannocchia non è stato da meno. Delirante la sua dichiarazione al momento dell’arresto: “Basta coi pop corn! State decimando la mia gente, dovevo fermarvi!”.

Avete letto il trailer dell’episodio pilota di:
Criminal MAIS

4 risposte a “Ficscion (2)”

  1. lennon81 ha scritto:

    Bella,ma il popolo grida:

    “D.-R.-OUST!D.-R.-OUST!”

  2. redax ha scritto:

    ..episodio da pop corn..uto!! Naturalmente avendo quel nome “Pannocchia” era un criminale sessuale..giusto???

  3. Kronos ha scritto:

    Solo un appunto..un uomo..mediamente intelligente,non si troverà mai per sbaglio ad un concerto degli Zero Assoluto…perchè bisogna esser ritardati musicalmente per assistere ad una loro esibizione circense.
    Se li conosci gli eviti,,se non gli conosci..c***i tuoi…

  4. zanaffer ha scritto:

    tuturuturututu…. sono loro i veri criminali!



css.php