Giu 03 2008

Ficscion (3)

Categoria: Cinema e TV, FicscionEverland @ 16:25

Rieccoci quà. Fa caldo, eh? Vi vedo boccheggiare attraverso il monitor. Su su, tranquilli, il caldo passerà. E arriverà l’afa.
Per rinfrescare questa giornata assolata cosa può esserci di meglio di una frizzante presa in giro di un telefilm?? Penso almeno 99 miliardi di cose, ma visto che siete già quì vorreste forse negarmi una lettura al terzo capitolo delle ficscion?? Come sarebbe a dire “sì”?? -.-

Vabbè, faccio finta di non aver sentito e garrulo e spavaldo mi accingo a narrarvi un’altra incredibile storia telefilmica…

Stars Hollow, Connecticut. Una madre in carriera dirige un albergo in città e allo stesso tempo bada alla crescita della figlia, avuta in giovanissima età. Le due vanno d’amore e d’accordo, esplorando la loro distanza generazionale a colpi di serrati dialoghi da 1500 parole al minuto (a testa) capaci di atrofizzare in tempo zero le corde vocali di qualsiasi essere vivente al mondo. Il morbo è contagioso e piano piano cominciano a soffrire di parlantina a mitraglietta anche tutti gli amici e i parenti delle protagoniste, dal barista con barba incolta e cappellino all’abbondante cuoca perfezionista, passando per la rockettara ribelle di origine coreana. Ben presto, però, gli uomini cominciano a creare qualche crepa nell’idillio tra madre e figlia. Quando la genitrice rimprovera duramente la sua creatura per alcune scelte sentimentali, le amabili discussioni si trasformano in violenti litigi e la dolce atmosfera casalinga diventa un focoso assaggio dell’anticamera infernale. La testarda adolescente medita vendetta. Come farla pagare alla mamma che non vuol capire? Come colpirla nel vivo e gustare la propria rivincita? Semplice, puntando al migliore amico di tutte le donne: il guardaroba. La ragazza si rivolge ad un conoscente entomologo, si fa consegnare una cassa piena zeppa di lepidotteri tenuti a digiuno da mesi e li riversa con astio nell’armadio della madre che, al suo ritorno, scopre con orrore che tutti i suoi vestiti sono bucati e ridotti a brandelli. Il desiderio di rivalsa della figlia si realizza grazie alla strana alleanza tra lei ed un formidabile compagno d’avventure, da allora inseparabili.

Avete letto il trailer del primo episodio di:
Una TARMA per amica

7 risposte a “Ficscion (3)”

  1. Frank ha scritto:

    …era il crossover con CSI-Las Vegas e Grissom…

  2. lennon81 ha scritto:

    …e ricordiamo che la base/fine di questi dialoghi è sempre “tu non mi capisci”. Pensate, sarebbero solo quattro parole. E generalmente l’altro, nei dialoghi tra persone vere, risponde “ma va******lo tu e quella grandissima t***a di tua madre, che fa p*****i a 5 euro all’angolo della 5°, fra blow street e job avenue”.
    Una pennellata di realtà…

  3. Kronos ha scritto:

    Sei sicuri che quando scrivi “vi vedo boccheggiare”..non stai guardando un porno..cosi giusto per rincarare la dose..per rimarcar la teoria di lennon..

  4. redax ha scritto:

    ma le tarme son lepidotteri..?? come scassare le balls facendo notare le cose..si lo sono, famiglia delle tineidi..Cmq la figlia vista anke in Sin City dove fa il ruolo ke le compete..la signorina..ke lo da per pagamento e.. alla fine muore!! Avrà preso freddo, ha sudato..Adriannnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnaaaaaaaaaaaa….

  5. lady Ann ha scritto:

    Proprio antipatica ‘sta figlia eh?

  6. Everland ha scritto:

    …si aggiunga… che state sempre a parlà di donzelle… il chè, per carità, schifo non fa (grande rima). Ma ogni tanto potreste pure commentare ciò che scrivo… no, eh?!? 😀

    Ever

  7. Kronos ha scritto:

    Ci si potrebbe scrivere una canzone..su licenza poetica di Battisti,che non me ne voglia..
    “Vorrei una Tarma per amica”..sarebbe la colonna sonora perfetta..



css.php