Lug 07 2008

Barzas (3)

Categoria: Tempo LiberoEverland @ 19:07

Oggi non ho avuto molto tempo per pensare ad un nuovo post… quindi da grande riciclatore quale sono sfrutto uno dei tanti filoni già aperti e vi scrivo un po’ di sane barzellette nuove di zecca e vecchie di acaro della polvere. AHAHAH… come sono divertente, quasi quanto avvistare gli squali in mezzo al mare… mentre si ha una ferita aperta… Vabbè, mi eclisso, spazio ad un paio di barzas come si deve.

1. Un tifoso è allo stadio che si sta godendo una partita di coppa della propria squadra del cuore. Ad un certo punto della partita sente il tizio che era seduto accanto a lui mormorare: “Sessantacinque mila spettatori, ventidue giocatori, un arbitro e due guardalinee…”
Lo guarda incuriosito senza pronunciare parola.
Subito dopo il tizio esclama ancora: “Sessantacinque mila spettatori, ventidue giocatori, un arbitro e due guardalinee…”
Dopo poco ancora: “Sessantacinque mila spettatori, ventidue giocatori, un arbitro e due guardalinee…”
Allora incuriosito gli fa: “Mi scusi, ma cosa sta dicendo?”
-“Dico… con sessantacinque mila spettatori, ventidue giocatori, un arbitro e due guardalinee… ‘sto cavolo di piccione proprio in testa a me doveva cagare?”

2. Un’anima pia arriva in Paradiso e viene accolta da San Pietro: “Dimmi, buon uomo… quante volte hai tradito tua moglie?”
-“Mai… neanche una volta… lo giuro!”
-“Bene, allora come premio prendi questa Ferrari e corri a tuo
piacimento per le vie del Paradiso!”
Arriva in paradiso un altro defunto…
S. Pietro: “E tu quante corna hai fatto nella tua vita?”
-“Pochine… cinque o sei…”
-“Bene, allora tu prendi questa Fiat Uno e vai per le strade del Paradiso!”
Altra anima… stessa domanda da parte di San Pietro.
-“Mah… saranno state una ventina in tutto…”
-“Bene, prendi questo motorino ed entra in Paradiso!”
Dopo alcuni giorni il primo defunto ritorna da Pietro tutto mogio mogio.
-“Ma come, non sei contento? Eppure viaggi in Paradiso su una Ferrari…”
-“Si… per essere contento sono contento… il fatto è che stamani
ad un semaforo ho incrociato mia moglie che guidava un monopattino…”

3. La Nasa decide di mandare nello spazio una navetta con a bordo un cane, un gatto ed un carabiniere. Dopo tre giorni il centro di controllo si mette in contatto con la navetta: “Qui centro di controllo, passo”.
“Bau!”, risponde il cane.
-“Allora cane, – dice il centro di controllo – è pronto il braccio meccanico per il recupero del satellite in avaria? Riprogrammato il sistema?”
-“Bau!”, fa il cane.
-“Ok cane, ora passami il gatto”.
“Miao!”, fa il gatto.
-“Allora gatto, – chiede il centro di controllo – il software per la gestione delle analisi sulle condizioni del satellite è a posto?” “Miao!”, risponde il gatto.
-“Ok gatto, passami il carabiniere”.
“Pronti”, dice il carabiniere.
-“Allora carabiniere, – dice il centro di controllo – hai dato da mangiare al cane?”
-“Sì”
-“Hai dato da mangiare al gatto?”
-“Sì”
-“Ok, non toccare più un cazzo…”

5 risposte a “Barzas (3)”

  1. redax ha scritto:

    vekkie ma buone..come il vino barricato!!

  2. skazzo ha scritto:

    ah ah ti ho scovato qui redax!! Cavallette??

  3. redax ha scritto:

    scovato?..sono una presenza fissa..direi, ma scusa le cavallette..flambè o svizzere calciofile?

  4. Frank ha scritto:

    ok ok

    La seguente è una barzelletta come si deve.

    In Giamaica un turista incontra un tipo molto particolare che gli racconta che i maschi del luogo usino tatuarsi sul pisello il nome della propria ragazza per poi circolare nudi.
    Il tizio in questione fa allora per mostrargli lui stesso il proprio tatuaggio e il turista per evitare lo spettacolo lo anticipa e alla vista delle lettere “WE” gli dice

    “ah…OK OK…WENDY!!”

    Il giamaicano scoppia a ridere e gli mostra invece

    “WELCOME TO JAMAICA IS A VERY BEAUTIFUL PLACE”

    …….

  5. skazzo ha scritto:

    Bellissima!! :-)))) la genialità circola sempre nella nostra famiglia…c’è poco da fare!??



css.php