Lug 25 2008

Il Cavaliere Oscuro

Categoria: Cinema e TVEverland @ 11:32

La locandina de Il Cavaliere Oscuro Gran bell’annata, quella cinematografica 2008. Le sale pullulano di sequel attesi decenni, remake sorprendenti, blockbuster annunciati. Spesso la scelta è difficile ma ieri non è stato così perchè il richiamo del pipistrello era forte. E dopo lo splendido Batman Begins non si poteva non dare ai fratelli Nolan una nuova chance di stupirci.

E allora eccomi a commentare Il Cavaliere Oscuro, pellicola dal cast eccellente e dalle aspettative incredibili. Ben riposte.
Il film è cupo come il magnifico predecessore e verte principalmente sulla lotta tra l’ordine e il caos. Tra Batman (l’ottimo Christian Bale) e il Joker, interpretato in modo sontuoso dallo scomparso Heath Ledger. Per lui si attende un possibile oscar postumo dopo questa prova di recitazione incredibile. La trama spazia su questi argomenti rimbalzando da sequenze d’azione spettacolari a inquadrature aeree mozzafiato, perdendo in qualche consequenzialità ma lasciando sempre chiaro allo spettatore l’obbiettivo finale, ovvero la risoluzione delle questioni morali che attanagliano tutti i protagonisti, compresi il Tenente Gordon (Gary Oldman), il simbolo della giustizia Harvey Dent (Aaron Eckhart) e i personaggi “secondari”, come Rachel Daves (Maggie Gyllenhaal) e Lucius Fox (Morgan Freeman). E chi guarda il grande schermo non può fare altro che lasciarsi trasportare in questo viaggio nella natura umana minacciata dal potere dei soldi e della corruzione.

Diretto e recitato in modo magistrale, Il Cavaliere Oscuro è stra-consigliato, in particolare a chi ha visto il precedente e già citato Batman Begins. Unica pecca: è leggermente troppo lungo (quasi 2 ore e mezza).

La frase: “O muori da eroe o vivi tanto a lungo da diventare il cattivo”

Voto: 8




css.php