Ago 12 2008

Pechino: il rovescio della medaglia

Categoria: OlimpiadiEverland @ 15:24

Wow, Ever! Che titolo originale per questo post!
Grazie, grazie… troppo buoni. Ma mi è venuto spontaneo dopo aver letto alcuni articoli legati ai Giochi che, ormai, hanno preso pieno possesso di questo blog. Ma andiamo con ordine… Chi ha visto la cerimonia di inaugurazione delle Olimpiadi non ha potuto evitare di notare due cose:
1. Claudio Icardi che ogni 5 minuti ricordava le negligenze e i soprusi del governo cinese
2. la spettacolarità di certi passaggi e le emozioni suscitate da coreografie e scelte stilistiche impeccabili
Riguardo al primo punto ne parlerò in una delle prossime puntate del blog olimpico, mentre riguardo al secondo punto, ed ecco qui la notizia, si è sparsa la voce che non è tutto oro quel che luccica…

La bambina qui a sinistra è Lin Miaoke, 9 anni. Ha incantato il pubblico presente e le persone a casa cantando una canzone patriottica con voce cristallina e deliziosa presenza. Ecco… mantenete solo la presenza, perchè la voce non era sua, bensì di Yang Peiyi, 7 anni, esclusa dalla cerimonia perchè… bruttina. Cheng Qigang, direttore musicale della cerimonia, ha spiegato la scelta affermando che “l’immagine nell’obiettivo doveva essere impeccabile, espressiva e in linea con il sentimento nazionale. Lin Miaoke aveva queste caratteristiche, ma in termini di voce era Yang Peiyi”. A penalizzare la legittima padrona della voce un faccino paffuto e una dentatura irregolare poco adatta per un sorriso televisivo.

Altro colpo di scena. Alcuni fuochi d’artificio visti durante la cerimonia potevano essere in… differita. Questo perchè, secondo quanto confermato dal vice-presidente del comitato organizzatore, Wang Wei, alcune immagini degli spettacoli pirotecnici delle prove erano state inviate in anticipo ai network televisivi in modo da scongiurare eventuali problemi legati al meteo, così da assicurare una perfetta qualità della trasmissione nel caso di scarsa visibilità. L’8 Agosto il cielo sopra Pechino era leggermente coperto ma senza foschia ed a quanto pare sono state usate quasi esclusivamente immagini in diretta. QUASI esclusivamente.

Ultima magagna da segnalare, per il momento, è quella riguardante l’affluenza del pubblico. Il quotidiano inglese Guardian ha svelato che gli organizzatori stanno utilizzando volontari e cheerleader, insomma delle vere e proprie comparse, per riempire i posti vuoti negli stadi… eppure il comitato organizzatore aveva da tempo annunciato l’esaurimento dei biglietti disponibili (circa 7 milioni di tagliandi). Lo stesso sopraccitato Wang Wei ha così commentato la vicenda: “Siamo preoccupati dal fatto che non abbiamo stadi completamente pieni. Pensiamo sia dovuto alle condizioni del tempo, che hanno scoraggiato diversi spettatori, ma ci sono anche alcuni posti riservati ai familiari degli atleti che non sono occupati”.

2 risposte a “Pechino: il rovescio della medaglia”

  1. redax ha scritto:

    ..ultima notizia..i fuochi..ke formavano le orme..erano fatti al computer..sempre meglio..non solo repressori di libertà..ma imbroglioni matricolati..VERGOGNA!!

  2. skazzo ha scritto:

    Quando ieri ho sentito la notizia della bambina scelta come “controfigura” mi sono cadute le braccia a terra!
    …La Cina, colpita da una specie di “ansia da prestazione”(mi si passi il termine) nei confronti dell’opinione pubblica mondiale, sta invece collezionando una serie di figuracce dalle quali sarà difficile riprendersi.
    Peccato!Occasione sprecata..
    Molto meglio allora le veraci comparse che ad Atene hanno inscenato gli dei dell’Olimpo stile oratorio salesiano!!!



css.php