Set 10 2008

La maledizione di Palermo

Categoria: CalcioEverland @ 16:12

Alzi la mano chi tra voi, leggendo il titolo di questo post, sta già pensando alla mafia, alla Sicilia e agli arancini di Montalbano. Errore per tutti voi. Si parla di calcio e di un insolito fatto accaduto in quel di Los Angeles. Il protagonista della storia di oggi è l’argentino Fabian Espindola, 23enne attaccante del Real Salt Lake, squadra della MLS (il campionato professionistico americano). La partita contro i Los Angeles Galaxy (la squadra di Beckham) è cominciata da appena 6 minuti quando il nostro eroe va in rete. Esultanza incontenibile e solita serie di capriole che contraddistingue la sua gioia dopo un gol. Peccato che nell’ultimo atterraggio Espindola si sia procurato una distorsione alla caviglia destra. Destino beffardo… il gol era appena stato annullato per fuorigioco.

Ecco le prime dichiarazioni a caldo di Espindola, riferite da O Globo dopo l’incidente: “Ho provato vergogna… Non so cosa sia successo ma non farò mai più una cosa simile. Ho festeggiato in questo modo un milione di volte e non mi era mai successo niente”.

La sfortunata vicenda della giovane punta ricorda molto da vicino quella di un altro giocatore argentino, il ben più famoso Martin Palermo. L’attaccante albiceleste è noto agli appassionati di calcio non solo per la sua capigliatura platinata e le sue innumerevoli reti nel Boca Juniors ma anche e soprattutto per due avvenimenti non comuni: aver sbagliato 3 calci di rigore nella stessa partita ed essersi infortunato durante l’esultanza per un gol (durante la sua militanza in Spagna nel Villareal). Ed Espindola può anche ritenersi fortunato e tirare un gran sospiro di sollievo, perchè lui potrà tornare in campo fra 6-8 settimane mentre Palermo dovette stare a riposo per 6 mesi, dato che si era rotto tibia e perone a causa del crollo di un cartellone pubblicitario.

Non ci sono più le esultanze di una volta… A proposito: qual è la vostra preferita?

5 risposte a “La maledizione di Palermo”

  1. Frank ha scritto:

    La mia esultanza preferita sarebbe il gesto dell’ombrello…ma non si puo’ fare.
    In mancanza d’altro mi piace Toni.
    Ah.
    Anche come esulta.

  2. redax ha scritto:

    ..il tipo uno è un pirla..e due spero..ke la smetta di fare stè fesserie..almeno prima guardi il guardalinne.

  3. skazzo ha scritto:

    Prma dico quelle che letteralmente odio: il pollice in bocca stile Totti, chi culla idealmente il figlio..ma soprattutto chi si bacia la fede!!
    Mi piace chi festeggia ballando o facendo il trenino(..a debita distanza ovviamente..) con tutta la squadra!Mi pare fosse il Senegal o giù di lì!
    Io festeggerei come Marcelo Salas..non ho mai capito il senso ma lu dava grande risalto al gesto!

  4. lennon81 ha scritto:

    Maradona dopo il gol più bello del secolo. E’ la gioia personificata di un uomo e di un popolo.

  5. Gioggia ha scritto:

    A me piace ki fa l’aeroplanino!!!!



css.php