Gen 21 2009

Sedici noni

Categoria: Cinema e TVEverland @ 15:12

Il periodo (post)natalizio è storicamente il più ricco ed il più gettonato per un grande passatempo quale il cinema. Ora forse non è proprio il periodo più ricco perchè le tradizioni stanno cambiando anche nel Bel Paese e i film cominciano ad essere distribuiti con maggiore omogeneità durante il corso dell’anno (grazie multisale) ma quello tra metà dicembre e metà gennaio rimane ad ogni modo il lasso di tempo in cui i cinema vengono presi maggiormente d’assalto dai cinefili.
Io invece ringrazio il satellite e la grande offerta che permette di stare comodamente seduti sul divano di casa a guardarsi pellicole a rotazione nei momenti più disparati. Ho due ore libere? Vediamo se inizia un bel thriller. Non so cosa fare dopo pranzo? C’è quella commedia che volevo vedere tre mesi fa. Senza pubblicità. Che bellooo… T_T (faccina lacrimosa).

Visto che sono tanto tanto buono riassumo in questo post tutti i film che ho visto nel corso dell’ultimo mese, vecchi o nuovi che siano, con tanto di voto e brevissimo commento… magari qualcuno può prendere qualche spunto per una bella serata in compagnia di dvd, pop corn e qualche amico!

A Mighty Heart – Un cuore grande
La storia vera del giornalista Daniel Pearl, ucciso dai fondamentalisti islamici nel 2002. Drammatico, con una regia particolarissima e una grande interpretazione di Angelina Jolie.
Voto: 7.5

Black Thunder
Steven Seagal ha perso lo smalto dei bei tempi e guadagnato tanti chili ma è sempre pronto a dispensare calci, pugni e pallottole in quantità. Stavolta ad ambientazione aeronautica. Per gli amanti del genere (o di Steven).
Voto: 6

Brivido di sangue
Jude Law perfetto nella parte del vampiro assassino per necessità. Dannatamente filosofico.
Voto: 7

Come d’incanto
Abile e moderno mix fra il mondo dei cartoni e quello reale, dove viene a trovarsi per caso una damigella stile Biancaneve (bravissima Amy Adams). In un potpourri di clichés e stereotipi disneyani.
Voto: 6.5

The Contract
Morgan Freeman riesce a far salire il livello delle pellicole peggiori. E anche questa produzione tedesca non ispirata, in cui impersona un assassino che rapisce il figlio di un John Cusack sottotono, non è da meno.
Voto: 6

Deja Vu – Corsa contro il tempo
Il discorso fatto per Morgan Freeman vale anche per Denzel Washington, che viaggia nel tempo per prevenire un disastro immane. Splendido incipit, fila tranquillo fino ad un certo punto e poi si perde.
Voto: 6.5

Die Hard: vivere o morire
Bruce Willis nella parte del canottierato John McClane non sbaglia mai. Mai! E anche qui fa la sua parte in un tripudio di esplosioni, incidenti e computer hackerati. Un’americanata senza precedenti, ma fatta con stile. Peccato per la presenza di Edoardo Costa.
Voto: 7.5

La Gang del Bosco
Un procione che deve pagare un ingente debito ad un orso si imbatte in un piccolo clan di animali che vive poco distante da un agglomerato urbano e prova a sfruttarli. Animazione agro-dolce sul consumismo imperante.
Voto: 7 (10 allo scoiattolo schizzato)

La gang di Gridiron
I film di cui gli USA sono maestri: leggende sportive di fenomeni a stelle e strisce basate su storie vere. In questo caso l’ex wrestler The Rock dimostra doti finora nascoste nel portare su un cammino di redenzione che passa dal football una trentina di ragazzi del carcere minorile di Camp Kilpatrick.
Voto: 7.5

Giù per il tubo
Altro film d’animazione in cui un topo aristocratico che vive in appartamento finisce nelle fognature di Londra destinato a combinarne di tutti i colori. Decisamente divertente.
Voto: 7.5 (9 alla rana-mimo)

Imbattibile
Idem come il già commentato Gridiron, solo che basato su una persona sola. Mark Wahlberg interpreta con bravura lo sfigatissimo Vince Papale, licenziato e mollato dalla moglie prima di approdare senza convinzione ad un provino per la squadra di football americano dei Philadelphia Eagles. Che gli cambierà la vita. Mezzo voto in meno per la componente social-emozionale meno marcata.
Voto: 7

Living & Dying
Una rapina in banca finisce male ed i ladri si barricano in un bar dove vengono presi in ostaggio da due assassini. Già questo la dice lunga sulla trama di questa pellicola a basso budget… ma tutto sommato si è visto di molto peggio.
Voto: 6

Lord of War
Non c’è niente da fare. Sarà monoespressivo e piatterello ma Nicolas Cage è un drago. E anche in questa circostanza, dove interpreta un trafficante d’armi con pochi scrupoli (ennesima storia vera prestata al cinema), riempie il personaggio con grande efficacia.
Voto: 7

The Matador
Buddy movie molto particolare con lo spietato killer Pierce Brosnan che va in crisi e si fa aiutare da un modesto impiegato di una multinazionale conosciuto per caso in Messico. Insolito e piacevole.
Voto: 7

Michael Clayton
Un avvocato di successo (George Clooney) si trova invischiato in un’affare più grande di lui dove gli interessi dei clienti si troveranno a cozzare contro amici e coscienza. Storia da legal thriller già visto ma paurosamente ben fatto. Premio oscar a Tilda Swinton.
Voto: 7.5

Una moglie bellissima
Leonardo Pieraccioni prosegue la sua collezione di commediole amorose. L’ultima è piatta, banale e con meno della metà della verve umoristica delle precedenti.
Voto: 4.5

Una notte al museo
Ben Stiller non riesce a trovare un lavoro fisso e quando viene assunto come guardiano notturno al museo non si aspetta certo che le creature dell’edificio prendano vita dopo il tramonto!
Voto: 7.5 (9 al moai dell’isola di Pasqua che mangia chewing-gum, anzi, gomma-gomma)

Resident Evil: Extinction
Milla Jovovich nei panni della supereroina vale da sola l’intero film in cui gli ultimi sopravvissuti della terra cercano la salvezza tra zombie e non-morti, filando verso il solito finale aperto di una trilogia che non si ferma a tre episodi.
Voto: 6.5

Sleepers
Robert De Niro, Brad Pitt, Dustin Hoffmann, Kevin Bacon, il compianto Vittorio Gassmann… può bastare come PARTE del cast? Dopo una bravata quattro ragazzi vengono spediti in riformatorio dove subiscono ogni genere di violenze e molestie. Anni dopo due di loro incontreranno il principale carnefice e gli altri due dovranno occuparsi delle ovvie conseguenze. Un pelo troppo lungo.
Voto: 7

Urban Justice: Città violenta
Ancora Steven Seagal in un altro film recentissimo dove, imbolsito e col doppiaggio cambiato, è pronto a vendicare il figlio ucciso facendosi strada tra poliziotti corrotti e gang agguerritissime. Stesse premesse di Black Thunder ma con minore successo.
Voto: 5.5

2 risposte a “Sedici noni”

  1. redax ha scritto:

    ne ho visti parekki di quelli in elenco! Ma gomma gomma è il migliore! ;P

  2. Everland ha scritto:

    Bellissima anche la scena in cui Ben Stiller parla unno con Attila! 😀

    Ever



css.php