Giu 22 2009

Cover trash

Categoria: Musica e LibriEverland @ 13:42

Il trash corre sulle copertine. D’altronde è un genere che non passa mai di moda e la musica è un veicolo particolarmente succulento per chi vuole farsi notare con atteggiamenti e vestiario da far rizzare i capelli ad un calvo.
Però c’è da specificare: c’è trash e trash. Il termine inglese significa spazzatura. Quindi sta ad indicare qualcosa di veramente ma veramente brutto ma anche, più semplicemente, qualcosa di cattivo gusto. Però può anche essere riferito ad espressioni artistiche o forme di intrattenimento di basso profilo culturale. E’ ad ogni modo palese che, nella sua prima accezione, qualcosa può essere trash solo in un determinato periodo storico che non coincide con quello in esame.

E torniamo a bomba sull’argomento copertine di dischi musicali. Gli esempi che potrete vedere fra poche righe sono lampanti. Trash allo stato puro, da qualsiasi posizione, anno e sistema solare si guardino queste mirabili cover di cd russi. Una rassegna del tutto particolare che il sito di Repubblica porta all’attenzione dei suoi visitatori e che io, ben conscio di quanto possano sopportare i miei lettori, ripropongo con giubilo. Eccovi le prove!

Continua “Cover trash”




css.php