Apr 07 2010

Diario delle forze dell’ordine (1)

Categoria: AttualitàEverland @ 19:45

Il mondo è buffo. Il mondo è strano. Ogni giorno accadono fatti inconsueti, impensabili dai comuni mortali ma tragicamente reali eppure al limite del divertimento generale (tranne che per i protagonisti). Da una veloce indagine è emerso che un buonissimo 70-80% delle notizie di questo tenore riportate dagli organi di stampa includono l’intervento di polizia, carabinieri, vigili del fuoco e compagnia cantante. Per questo motivo istituisco con regio decreto una nuova rubrica che, periodicamente, riporterà alcune delle news più divertenti rintracciate sul web o sui quotidiani per catalogarle nel grande libro delle buffe notizie riguardanti le forze dell’ordine.
Prima puntataaaaaaa!!

    25.03.2010 – Brevard (Florida, USA)

Sylvester Jiles aveva un debito con la legge. Piuttosto lungo: 25 anni per omicidio. Ma l’aveva scontato. E qual è stato il suo primo pensiero dopo essere uscito di prigione? Tornare dentro! Il pensiero di ritorsioni da parte della famiglia della vittima era così forte che ha pensato bene di scalare un muro alto circa 4 metri e tentare di rientrare in carcere con le buone, pregando le autorità di arrestarlo. Al loro rifiuto ha trovato una soluzione alternativa e di certo inaspettata. Trovandosi faccia a faccia con una guardia, l’ha abbattuta a mani nude nella speranza di infilarsi poi in una cella libera e rientrare nella sua affezionata ultima dimora. Il piano di Jiles, in un certo qual modo, è riuscito.

    30.03.2010 – Carroll (Iowa, USA)

Chi sono i “rapinatori più stupidi del mondo“? Matthew McNelly, 23 anni, e Joey Miller, 20. I due hanno tentato di introdursi in un appartamento di Carroll (Iowa), mascherati… a modo loro. Gli aspiranti Lupin si sono dipinti la faccia con un pennarello indelebile. Un travestimento che anche ammettendo li rendesse poco riconoscibili, aveva comunque un difetto enorme: non è veloce da togliere. E così, quando hanno tentato la fuga in macchina dopo la segnalazione alla polizia di un vicino della casa svaligiata, gli agenti non hanno avuto proprio nessuna difficoltà ad individuarli e a mettergli le manette ai polsi.

nullnull

    03.04.2010 – Liverpool (Inghilterra)

Due donne tedesche, di 41 e 66 anni, hanno cercato di far salire sull’aereo un loro connazionale… deceduto. Il povero 91enne si era già fatto un bel viaggetto in taxi da Oldham all’aeroporto John Lennon di Liverpool per poi essere sistemato su una sedia a rotelle, con tanto di occhiali da sole, con l’idea di farlo passare al check-in per un anziano addormentato. Come nel celebre film “Weekend con il morto”! Gli addetti aeroportuali non hanno abboccato alla commedia e hanno immediatamente allertato le autorità. Dalle prime indagini dopo gli interrogatori di rito è emerso che l’uomo sia morto di cause naturali. Qual era dunque lo scopo delle due donne? Trasportare il defunto in Germania, a Berlino, senza pagare le relative tasse di rimpatrio, che si aggirano intorno ai 3000-3500€.

    06.04.2010 – Origgio (Varese)

Vi piace correre veloce in macchina? Ogni tanto il piede è così pesante che la multa è inevitabile? Ora c’è un modo per farla ritirare: dire che vi scappava! E’ ciò che è successo ad un 69enne di Oreggio che prima è stato multato per eccesso di velocità e poi, dopo aver spiegato che correva perché incontinente e preda di un’impellenza fisiologica, si è visto annullare la sanzione. Il pensionato percorreva alla velocità di 70 chilometri orari una strada dove il limite è di 50. I legali dell’uomo hanno fatto ricorso presentando la cartella che dimostra i problemi clinici del loro assistito, dovuti a due operazioni alla prostata, e il giudice di pace del tribunale di Saronno ha deciso di accogliere la richiesta sulla base dello “stato di necessità”. La multa di 160 euro, e la decurtazione di cinque punti sulla patente, sono così stati annullati.



css.php