Apr 15 2010

Back from the 80’s (6)

Categoria: Tempo LiberoEverland @ 14:04

Metà aprile e sesto appuntamento con la rubrica che fa venire i lucciconi agli occhi! Back from the 80’s torna oggi con un nuovo articolo capace di far rivivere ricordi e sensazioni perduti, dimenticati o, forse, solamente nascosti nelle vostre (nostre) menti.
Aprite anche voi il baule della memoria e immergetevi nuovamente in quel decennio che ha fatto la storia!

Alla fine degli anni ’70 Barilla, notissima industria alimentare italiana, decise di espandere il suo impero entrando nel settore dei prodotti per la prima colazione. Lo fece con un marchio diverso: Mulino Bianco. La pubblicità (la famosa “famiglia felice del Mulino Bianco”) e la bontà dei prodotti fecero subito presa. Ma i bambini, qualche anno più tardi, vennero letteralmente rapiti da una sola cosa: le sorprese contenute nei prodotti stessi.

Le sorprese erano racchiuse in piccole scatoline (foto in alto) simili a quelle dei fiammiferi e al loro interno si celavano principalmente gomme. Gomme da cancellare di ogni tipo, forma, colore e specie. In breve tempo, come sempre in questo tipo di iniziative, scattò la mania del collezionismo e gli astucci dei piccoli a scuola si riempivano appositamente degli “allegri cancellini” per poterli scambiare coi compagni. Fermo restando che le gomme non venivano MAI usate per cancellare.

Col tempo le collezioni divennero tantissime. Dai segnali stradali alle lettere dell’alfabeto, dalle raffigurazioni di biscotti e merendine alle bandiere del mondo (col foro per “appenderle” alle matite), dalla linea dedicata al mugnaio alla raffigurazione di oggetti comuni, ecc. ecc. (vd. foto in basso). Ancora oggi, nel cassetto vicino alla mia scrivania giace un portapenne di metallo della Disney che custodisce gelosamente 5 gomme-bandiera (per la precisione Cecoslovacchia, Honduras, Libano, Vaticano e Venezuela). Checcariiineeee…

Col tempo le sorprese si modificarono e le gommine vennero affiancate sempre più spesso da pastelli, cartine, piccoli libretti, normografi e compagnia. Dopo tanti, tanti e tanti anni di onorato servizio, però, i gadget sparirono definitivamente e con loro la magia delle confezioni di crostatine e tegolini da aprire in fretta e furia per trovare un nuovo pezzo.

Una risposta a “Back from the 80’s (6)”

  1. ila500sp ha scritto:

    Da lacrimuccia… 🙂



css.php