Crea sito


Mag 06 2010

Diario delle forze dell’ordine (2)

Categoria: AttualitàEverland @ 13:04

Secondo appuntamento con le assurde (ma vere!) news dal mondo. Anche quest’oggi ci imbatteremo in incredibili situazioni sbrogliate da polizia e similari in contesti grotteschi e, talvolta, imbarazzanti (per i protagonisti). Una sola accortezza: cercate di non prendere spunto da quello che leggete!

Continua “Diario delle forze dell’ordine (2)”


Apr 07 2010

Diario delle forze dell’ordine (1)

Categoria: AttualitàEverland @ 19:45

Il mondo è buffo. Il mondo è strano. Ogni giorno accadono fatti inconsueti, impensabili dai comuni mortali ma tragicamente reali eppure al limite del divertimento generale (tranne che per i protagonisti). Da una veloce indagine è emerso che un buonissimo 70-80% delle notizie di questo tenore riportate dagli organi di stampa includono l’intervento di polizia, carabinieri, vigili del fuoco e compagnia cantante. Per questo motivo istituisco con regio decreto una nuova rubrica che, periodicamente, riporterà alcune delle news più divertenti rintracciate sul web o sui quotidiani per catalogarle nel grande libro delle buffe notizie riguardanti le forze dell’ordine.
Prima puntataaaaaaa!!

Continua “Diario delle forze dell’ordine (1)”


Feb 25 2010

Bambini e rapine

Categoria: AttualitàEverland @ 14:07

Giungono da oltre i confini nazionali un paio di notizie insolite e, se vogliamo, con risvolti simpatici circa il coinvolgimento di bambini in alcuni episodi di furti.

Il primo è avvenuto in Romania, dove in un asilo di Jirlau alcune maestre hanno trovato una finestra rotta trovando tutto sottosopra. Dai primi rilievi è emerso che non erano spariti i soldi ma solo due bustoni pieni di giocattoli… Qualche indagine nel vicinato ed ecco scoperto che l’azione da veri e propri commando era stata orchestrata da un bimbo di 5 anni a cui mancavano talmente tanto i giochi dell’asilo da non poter attendere la sua riapertura a settembre. Il piccolo, che da grande diventerà sicuramente presidente del consiglio, era pure riuscito a farsi aiutare da un amico di 13 anni.

Un po’ meno divertente la storia proveniente da Indianapolis, dove due uomini armati di pistola e fucile hanno fatto irruzione in una casa alle 8 di mattina e hanno immobilizzato due abitanti prima di recuperare denaro, una televisione, un computer, telefoni cellulari e console. Tutto questo mentre un neonato piangeva qualche camera più in là. Uno dei due rapinatori, nel bel mezzo dell’azione, ha così deciso di riscaldare un biberon nel forno a microonde e dar da mangiare al piccolo finchè non si è addormentato.


Feb 12 2010

Scala mobile

Categoria: AttualitàEverland @ 9:22

Sicuramente vi sarà capitato, prima o poi, di incappare in un ascensore piuttosto che un bancomat chiuso per manutenzione. Spesso i cartelli di avviso appesi nelle vicinanze indicano anche la data prevista per la riapertura al pubblico. Bene. Se per caso passate in stazione Moscova, nella linea verde della metro milanese, mettetevi l’animo in pace. Perchè, carta canta, il disagio di una scala mobile non funzionante si prorogherà fino al Marzo del 20010, cioè fra diciottomila anni e qualche giorno. Io vi ho avvisato.


Gen 28 2010

A.A.A. Cercasi uomo ricco

Categoria: AttualitàEverland @ 11:59

Si sa, i soldi sono molto importanti. Molte persone cederebbero all’allettante prospettiva di accasarsi con un/una avvenente multimilionario/a e vivere di rendita nel lusso più sfrenato. Tutti ci pensano, almeno una volta nella vita. Ma ci sono alcuni che proprio non riescono a rinunciare all’idea. E’ il caso di una donzella di 28 anni che ha avuto la brillante idea di proporsi tramite un annuncio su un sito finanziario a qualsiasi Paperone che, dotato di ottime finanze, avrebbe potuto realizzare i suoi desideri.
L’idea, seppur ardita, poteva essere interessante… finchè sullo stesso sito non è arrivata una risposta tutta da leggere!

Continua “A.A.A. Cercasi uomo ricco”


Gen 14 2010

Fuga ad incastro

Categoria: AttualitàEverland @ 12:41

Altro che Prison Break. Nell’omonimo serial americano, da poco concluso, un giovane ingegnere edile (Michael Scofield, interpretato da Wentworth Miller) entra in un carcere per far evadere il fratello condannato a morte con un piano pazzesco. Esce, viene catturato… nuovo carcere, nuova fuga… ma evidentemente Roberto Carrillo, 42enne rinchiuso nella prigione di Valle Hermoso (stato di Tamaulipas, Messico) non deve aver visto la tv negli ultimi anni visto che il suo tentativo di evasione è terminato con un poco elegante richiamo agli agenti perchè… è rimasto incastrato in un buco tra soffitto e sbarre. Altro che Scofield…


Gen 01 2010

Buon Anno!

Categoria: AttualitàEverland @ 1:42

E anche il nuovo anno è arrivato. Il nostro caro Ever, che sarei io, augura a tutti i lettori del blog, che sareste voi, un sereno e felicissimo 2010!
Però… ho pensato che qualcuno di voi avrà anche qualche amico che non parla l’italiano (chessò…calabresi… ok, scherzavo!!) e quindi vi riporto una bella lista di come si dice “buon anno” nelle varie lingue del mondo. Così che tutti possano avere i loro auguri e voi passiate gli ultimi scampoli delle feste da poliglotti.
Ancora tanti auguri da parte mia! ^_^
(E non fate troppo caso al fatto che ho copiato l’intro da un post simile scritto per il Natale del 2008… :D)

Continua “Buon Anno!”


Dic 01 2009

Il peggiore identikit

Categoria: AttualitàEverland @ 21:58

Una delle consuetudini più riciclate nell’ambito della lotta alla criminalità in TV è il ricorso agli identikit, simpatiche sessioni di disegno miste alle elucubrazioni logiche degne dell’indovina chi? di fanciullesca memoria. E’ raro che una persona traumatizzata da un furto o dall’avere assistito ad un delitto riesca a ricordare tutti i particolari necessari a trasferire al disegnatore della polizia un’immagine precisa del ladro o assassino in questione, anche se magari mentalmente ha una foto del gaglioffo più dettagliata di un primo piano effettuato con una reflex digitale. Per questo motivo molto spesso gli identikit sono approssimativi. Eppure…
Eppure in Bolivia sono riusciti ad acciuffare un presunto assassino grazie a quello che è definibile più o meno come uno scarabocchio.

Continua “Il peggiore identikit”


Pagina successiva »


css.php