Ott 09 2008

Zohan

Categoria: Cinema e TVEverland @ 14:16

Dopo un’ottima estate ricca di blockbuster e in attesa di un inverno straripante di titoli ad alto budget, il cinema sta vivendo una fase pre-autunnale votata alla commedia. Tra le tante offerte pro-risata del panorama multisala ieri è stato scelto Zohan.

Zohan Dvir (Adam Sandler) è il principale agente dell’esercito israeliano impegnato contro il terrorismo. Ha abilità strabilianti ed è apparentemente imbattibile ma ha un segreto: nonostante ami il suo Paese è stanco di combattere e desidera emigrare per raggiungere il suo sogno, ovvero diventare parrucchiere. Contro il parere di tutti, genitori compresi. Zohan ha la possibilità che cercava quando la sua nemesi Phantom (John Turturro), precedentemente arrestato, riappare in circolazione. Invece di sconfiggerlo, Zohan mette in scena la propria morte e scappa a New York dove cambierà nome in Scrappy Coco, spacciandosi per australiano. Nella Grande Mela il desiderio di affermarsi come hair stylist si scontrerà presto con i suoi atteggiamenti sopra le righe, una bella parrucchiera palestinese (Emmanuelle Chriqui), un magnate dell’economia razzista e qualche “fantasma” del passato.

Il film parte subito con gag a ripetizione che catturano immediatamente lo spettatore trascinandolo in un turbinio di risate senza soluzione di continuità. Le frequenti battute a carattere sessuale possono talvolta scadere in una comicità grossolana che può anche non piacere, specie dopo qualche ripetizione, ma nel lavoro del regista Dennis Dugan non ci sono pause per soffermarsi perchè una nuova scena esilarante è già pronta a far sobbalzare la platea. Eppure, tra un’esasperazione e l’altra, molti fattori riassumono fin troppo bene qual è la situazione che si vive attorno al mondo medio-orientale.
Zohan è una commedia demenziale assurda ma non banale… e se qualcuno non ha voglia di cogliere e analizzare gli spunti sulle tematiche socio-politiche di stretta attualità che filtrano tra una battuta e l’altra… beh, quel qualcuno si dovrà “accontentare” di due ore di terapeutiche risate.

La frase: Stanno combattendo da 2000 anni, non può durare ancora molto”

Voto: 7


Set 23 2008

Chuck

Categoria: Cinema e TVEverland @ 13:21

Chuck Bartowski è un giovane amante dell’informatica che lavora presso il grande magazzino Buy More con l’amico di sempre, Morgan. La sorella, Ellie, è un medico sempre alla ricerca di una fidanzata per Chuck che, durante la notte della sua festa di compleanno, riceve un’inaspettata mail da un ex-amico di università, Bryce. Quando la apre un intero database di informazioni segrete lo investe, trasferendosi subliminalmente nel suo cervello e scaraventandolo a terra dopo molte ore, tramortito. L’episodio cambia completamente la vita di Chuck: i due agenti governativi John Casey, maggiore dell’NSA, e Sarah Walker, della CIA, si mettono sulle sue tracce per proteggerlo e da loro viene a conoscenza del fatto che l’e-mail ricevuta conteneva tutti i più grandi segreti del governo degli Stati Uniti, inseriti nel potentissimo server denominato Intersect e codificati tramite milioni di immagini. Ciò porta Chuck ad avere continui flash nei momenti in cui incontra qualcuno o qualcosa che rimandi inconsciamente al contenuto del supercomputer trapiantatosi nel suo cervello.
Il protagonista, controvoglia, deve inevitabilmente mettersi nelle mani dei due agenti, ma con l’intenzione di scoprire quali motivi hanno portato il suo ex migliore amico a trafugare le informazioni dell’Intersect, a scegliere proprio lui come destinatario della mail e a metterlo nei guai, tra operazioni segrete e missioni speciali che richiedono l’ausilio degli inestimabili dati inconsapevolmente in suo possesso.

Continua “Chuck”


Set 11 2008

Malati immaginari

Categoria: Attualità, Cinema e TVEverland @ 16:45

Tutti noi abbiamo a che fare con medicina ed ospedali, prima o poi. La televisione lo ha capito e da metà anni ’90 ha cominciato a proporre con sempre maggiore insistenza film, serial e fiction ad ambientazione medica. Il genere fa presa sul pubblico, il successo e gli introiti pubblicitari sono assicurati, così dopo l’avvento del 21esimo secolo i prodotti dedicati ai camici bianchi ed affini si sono moltiplicati. A tal punto che oggi siamo davanti ad un’invasione mediatica di dottori ed infermieri senza precedenti. Da ER a Grey’s Anatomy, da Dr. House a Scrubs (per non citare tutti i cloni italiani nati ultimamente), il tubo catodico ci propina casi umani e malattie esotiche a ripetizione… ma con quale effetto sui telespettatori??

Continua “Malati immaginari”


Ago 20 2008

Sulla strada per la medaglia d’oro

Categoria: Cinema e TVEverland @ 17:18

No, non è la frase che campeggia sulla prima pagina di un quotidiano sportivo che esalta le prestazioni maiuscole di un’atleta in lizza per la vittoria olimpica… E’ semplicemente il sottotitolo della nuova serie animata su Mila e Shiro! Sì, proprio loro, i due ragazzi che hanno fatto appassionare milioni di bambini alla pallavolo sul finire degli anni ’80. Che poi, diciamoci la verità, il titolo è ampiamente fuorviante… c’era solo Mila. Un po’ come in Holly e Benji, dove lo sfigatissimo portiere sempre rotto non si vedeva praticamente mai. Ma vabbè, chiudiamo la piccola parentesi sui mirabili adattatori italiani e torniamo a parlare di questo anime che torna in tv oltre 20 anni dopo la prima serie, creata nel lontano 1984. Quasi certamente Mila non sarà al centro della storia, una specie di sequel-spin off, ma sarà sicuramente presente nell’intreccio, probabilmente in qualità di allenatrice di una bizzosa e talentuosa ragazza da trasformare in campionessa di volley.

Continua “Sulla strada per la medaglia d’oro”


Lug 25 2008

Il Cavaliere Oscuro

Categoria: Cinema e TVEverland @ 11:32

La locandina de Il Cavaliere Oscuro Gran bell’annata, quella cinematografica 2008. Le sale pullulano di sequel attesi decenni, remake sorprendenti, blockbuster annunciati. Spesso la scelta è difficile ma ieri non è stato così perchè il richiamo del pipistrello era forte. E dopo lo splendido Batman Begins non si poteva non dare ai fratelli Nolan una nuova chance di stupirci.

E allora eccomi a commentare Il Cavaliere Oscuro, pellicola dal cast eccellente e dalle aspettative incredibili. Ben riposte.
Il film è cupo come il magnifico predecessore e verte principalmente sulla lotta tra l’ordine e il caos. Tra Batman (l’ottimo Christian Bale) e il Joker, interpretato in modo sontuoso dallo scomparso Heath Ledger. Per lui si attende un possibile oscar postumo dopo questa prova di recitazione incredibile. La trama spazia su questi argomenti rimbalzando da sequenze d’azione spettacolari a inquadrature aeree mozzafiato, perdendo in qualche consequenzialità ma lasciando sempre chiaro allo spettatore l’obbiettivo finale, ovvero la risoluzione delle questioni morali che attanagliano tutti i protagonisti, compresi il Tenente Gordon (Gary Oldman), il simbolo della giustizia Harvey Dent (Aaron Eckhart) e i personaggi “secondari”, come Rachel Daves (Maggie Gyllenhaal) e Lucius Fox (Morgan Freeman). E chi guarda il grande schermo non può fare altro che lasciarsi trasportare in questo viaggio nella natura umana minacciata dal potere dei soldi e della corruzione.

Diretto e recitato in modo magistrale, Il Cavaliere Oscuro è stra-consigliato, in particolare a chi ha visto il precedente e già citato Batman Begins. Unica pecca: è leggermente troppo lungo (quasi 2 ore e mezza).

La frase: “O muori da eroe o vivi tanto a lungo da diventare il cattivo”

Voto: 8


Lug 08 2008

Wanted

Categoria: Cinema e TVEverland @ 20:29

La locandina di Wanted - Scegli il tuo destino Cosa scrivere nel blog… cosa scrivere nel blog… e quasi mi stavo dimenticando di aver visto un film sabato scorso per cui una mini-recensione del sottoscritto non poteva mancare.

Wanted è una pellicola che prende spunto dall’omonima graphic novel di Mark Millar e J.G. Jones. “Prende spunto” è decisamente azzardato… oserei dire con più precisione “copia le premesse e stravolge tutto il resto”. Quello che rimane identico è Wesley Gibson, interpretato dal discreto James McAvoy: impiegato ansiogeno, anonimo e ipocondriaco (che nel fumetto ha le fattezze di Eminem), vessato da una dirigente “abbondantemente” insopportabile e tradito dal migliore amico con la fidanzata petulante. All’omicidio del padre, superassassino di fama mondiale, viene avvicinato dalla Confraternita di cui egli faceva parte, capitanata da Morgan Freeman e Angelina Jolie, per instradarlo al mestiere ed eliminare l’assassino del suo genitore killer. Grazie a quegli attacchi di panico che in realtà sono sintomo di superpoteri latenti. E già quì le strade di libro e film divergono completamente.

A questo punto la domanda nasce spontanea: perchè ispirarsi ad un’opera per poi distruggerla in toto e creare un’altra cosa che, se non è diametralmente opposta, poco ci manca? Tralasciando lo spirito di puro intrattenimento del film, violento, adrenalinico, visivamente accattivante e, a tratti, divertente, viene da pensare e da cogitare sul motivo di un tale scempio. D’altronde immagino che i diritti per l'”ispirazione” siano stati comprati con soldi sonanti, quindi perchè buttarli via con una realizzazione che si accosta all’originale solo per alcuni piccoli dettagli? A noi poveri spettatori non sarà mai dato saperlo… va comunque detto che il film fa il suo dovere e fa trascorrere 2 ore senza patemi, pur non eccellendo per sceneggiatura (il telaio!) e recitazione.
Per tutti i curiosi (non impressionabili): guardate il film e poi leggete il fumetto.

Voto: 6


Lug 03 2008

Ficscion (7)

Categoria: Cinema e TV, FicscionEverland @ 16:13

Mi spiace ma non ve la scampate neanche questa settimana! Deh-ih-oh! Ritornano senza pietà (per voi) le parodie telefilmiche che il sottoscritto si diverte a scrivere proprio come voi vi divertite a leggere! (“Etteloggiurooo…”, si alzò una voce dal pubblico). Oggi ero molto indeciso tra 2 o 3 polizieschi ed in realtà… nemmeno io ho ancora scelto quale serial storpiare, quindi anche me medesimo, come voi, avrà la sorpresa dopo aver fatto un bel click su Continua…

Continua “Ficscion (7)”


Giu 25 2008

Bloopers

Categoria: Cinema e TVEverland @ 16:43

E’ da un po’ che non parlo di cinema… Effettivamente non ho visto altri film da Indiana Jones in avanti, quindi per ora niente recensioni. Però vagando in giro per la rete mi sono imbattuto in un articolo che additava proprio la suddetta pellicola come una delle più recenti produzioni con maggior numero di bloopers, ovvero di errori. Secondo un sito britannico il lavoro di Steven Spielberg contiene ben 61 tra imprecisioni, sviste ed inesattezze. Si passa dai soliti elementi moderni piazzati in ambientazioni storiche, sbalzi nella continuità temporale, oggetti che scompaiono e riappaiono in base alle inquadrature e così via. Ho cercato un sito analogo in italiano e ho trovato Bloopers!: contiene meno segnalazioni, non indicizza i telefilm ma… è in italiano, ordinato e con un ottimo motore di ricerca per titolo e attori. Ottima lettura distensiva per quando si ha un po’ di tempo. Curiosità: il film più ricco di bloopers? Il Gladiatore.


« Pagina precedentePagina successiva »


css.php